• Bio

    Emmanuel Babled è nato in Francia nel 1967. Ha studiato presso l’Istituto Europeo di Design di Milano dove si è laureato in Industrial Design nel 1989. Nel 1992, fonda lo studio indipendente Emmanuel Babled. Dal 1995, progetta oggetti di vetro e articoli per la tavola, prodotti di lusso per la moda, edizioni limitate e pezzi unici per prestigiose committenze quali Baccarat, Bulgari, Covo, Idée Co. Ltd, Laurent Perrier, Rosenthal and Venini. Nel corso degli anni ha disegnato prodotti industriali, complementi d’arredo e illuminazione per Magis, Felice Rossi, Vistosi, Kundalini, Viceversa, Giannini, DuPont deNemours, Crea diffusion, Oluce, Gedy, Superego, Fontana Arte and I+I.
    Fin dall’inizio, Babled ha incominciato a presentare i suoi lavori in mostre personali in alcune delle più importanti istituzioni pubbliche e private, rassegne d’arte, musei e gallerie. Autorevoli riviste di design e architettura come Architectural Digest, Interni, Icon and  Domus Magazine hanno scritto diversi articoli e referenze riguardo all’attività di Babled. Dal 1999 Babled cura svariate esposizioni e collabora come professore universitario con la Domus di Milano e l’Accademia di Design di Eindhoven. Attualmente, il designer sta collaborando con famosi brand della moda. I suoi progetti sono stati scelti per prodotti e negozi come quello di Christian Dior. Parallelamente, Babled sta sviluppando un’approfondita ricerca riguardo alle abilità artigianali dei vari territori dell’Europa per completare il suo ambizioso progetto di design.

    Metodo di Progetto

    L’approccio al design di Babled si basa sull’idea che la riuscita di un buon progetto passa attraverso il contatto diretto e la presenza fisica nel territorio originario della sua produzione. Tra gli elementi essenziali del metodo di Babled vi sono lo studio dei materiali e delle tecniche tipiche dei vari territori, un’empatia con i luoghi e condizioni socioculturali. Questo approccio non è guidato solo da un interesse antropologico, ma riflette una totale concentrazione mentale orientata verso un processo creativo che è sia individuale che innovativo. I progetti di Babled includono tradizione, modernità, sacralità, consumo, produzione artigianale e sostenibilità. Un mix unico che conferisce al suo lavoro un carattere contemporaneo, poetico e transculturale.