• Il volo è il simbolo di libertà per antonomasia. Liberi da ogni vincolo, gli uccelli sfidano la resistenza nell’infinito spazio del cielo, vincono la forza di attrazione terrestre e possono dirigersi ovunque.
    Tuttavia, anche essendo gli esseri viventi più liberi in natura, hanno l’esigenza di contare su un luogo che doni loro protezione e riparo; non una gabbia, ma un nido, un rifugio intimo e familiare.
    Gli uccellini si ingegnano per costruire la propria casa con tutto ciò che la natura offre loro: fango, rami, paglia, piume… Riescono a dare vita a delle vere e proprie opere d’arte con il solo aiuto del becco e delle proprie zampe: un’abilità che li rende, è il caso di dirlo, architetti naturali.

    Il workshop “House of Birds” si ispira a questo immaginario e lo trasferisce al mondo della creatività. Roberto Giacomucci, curatore del progetto, ha coordinato un workshop di 24 noti designers italiani e internazionali invitati a raccogliere una sfida: progettare una birdhouse, liberi di esprimere e sperimentare la propria visione attraverso funzioni, forme, colori e finiture.

    Giromari è lo spazio dove questi progetti stanno prendendo vita; grazie a tecnici, artigiani, tecnologie e una profonda conoscenza dei materiali, accogliamo con amore idee e proposte progettuali con l’unica missione di trovare una soluzione affinché queste diventino reali.

    I 24 lavori di House of Birds saranno presentati in occasione del prossimo Salone del Mobile di Milano, dal 4 al 9 Aprile 2017, con un’esposizione all’interno del giardino de La Triennale di Milano,  in Viale Emilio Alemagna, 6, 20121 Milano.